Termez e’ citta’ calda dell’Uzbekistan

5
(235)

Termez è il centro amministrativo della provincia Surkhandarya. Termez si trova sulla riva destra del fiume Amu-Dar’ya. è la città più calda della repubblica dell’Uzbekistan.

Nella città ci sono stati conservati i monumenti architettonici più antichi. Tra questi il complesso di Al-Hakim Termizi (XII-XVC.). Si trova nel territorio della vecchia Termez. Qui vengono a venerare la tomba sacro non solo i residenti locali, ma anche persone provenienti da città lontane e gli insediamenti del mondo musulmano.

Termiz è una città nel sud dell’Uzbekistan, vicino al confine con l’Afghanistan.

Alcuni collegano il nome della città a “thermos”, “caldo” in greco, rintracciare il suo nome torna ad Alessandro Grande. Altri  suggeriscono che è venuto dal sanscrito “taramato”, che significa “sulla riva del fiume”. E ‘il punto più caldo di Uzbekistan. Ha una popolazione di oltre 130.000, ed è la capitale della provincia di Surxondaryo.
Il suo figlio più famoso nativo è Al-Tirmidhi, nato nella sua Bugh periferia e sepolto 60 chilometri a nord di Termez, alla periferia di Sherobod. Hakim-e-Termizî, uno dei leader famosi sufi, è sepolto nella periferia di Termez. Egli è anche noto come Termez Ota (Padre di Termez City). Una volta era un grande centro del buddismo e l’Islam.
Termez ha un clima arido con estati molto calde, inverni lunghi e brevi, freddo e amaro.
Luoghi principale
1. Kyrk-Kyz (Quaranta Fanciulle) (XI sec.)
2. Museo Archeologico di Termiz
3. Architectural Complex of Al Khakim At-Termizi (10th – 15th century)
4. Architectural Ensemble Sultan Saodat (10th – 18th centuries)
5. Kokildora Mausoleum Khanaka (16th century)
6. Kara-Tepe Monastery (2nd-4th century)
7. Fayaz-Tepe Monastery (1st-3rd century)
8. Zurmala Tower (1st-2nd century AD)
9. Tirmidhi Mausoleum (9th c. AD), in the suburb of Sherobod, 60 kilometers north of Termez.
1ºGIORNO ITALIA – TASHKENT (volo)
Alla mattina presto partenza da Roma con volo Uzbekistan Airways e alle 20.00 arrivo a Tashkent. Operazioni di frontiera ed incontro con la guida locale per il trasferimento all’hotel, pernottamento.
2ºGIORNO TASHKENT – URGENCH – KHIVA (volo + 35 km + escursione)
Alla mattina presto colazione, trasferimento all’aeroporto e partenza per Urgench con volo locale HY-051 07.20-08.40. Arrivo a Urgench, trasferimento a Khiva (35 km). Intera giornata dedicata alla visita della città di Khiva. Una delle città più affascinanti della regione, con le sue strutture in stile arabo con colori che variano dal celeste al turchese, è rimasta praticamente intatta dal XVI secolo. Si trova a soli 35 km da Urgench e la sua visita è sorprendente. La città, vitale e suggestiva, conserva edifici monumentali bellissimi: moschee, minareti, madrasse, palazzi e mercati.
3ºGIORNO KHIVA – BUKHARA (480 km)
Colazione in hotel e partenza per Bukhara (480 km 7 ore di strada), l’itinerario porta ad attraversare il fiume Amu-Darya e il deserto Rosso (Kyzilkum). In Uzbekistan ci sono due grandi fiumi: L’ Amu-Darya nell’antichità classica, era conosciuto con il nome di Oxus in greco e  il Syr-Darya, conosciuto dai greci come Jaxartes o Yaxartes.
4ºGIORNO BUKHARA (escursione)
Colazione in hotel. Escursione per la città. Bukhara è la città della poesia e della fiaba. La cittа è situata in un’oasi del deserto Kizil-Kum a est dell’Amu Darya ( il principale fiume ch ebagna questa area dell’Asia)  sul corso inferiore del fiume Zeravshan. Centro antichissimo, deriva la sua importanza dalla posizione geografica, punto d’incrocio delle vie carovaniere che collegavano l’Arabia all’India e all’antico Catai (La Cina). È uno delle più antiche città del mondo, la sua storia data la fondazione a oltre 2.500 anni. Oggi Bukhara uno di più maggiori centri dell’industria e dell’economia, è la maggiore città dell’Asia Centrale.
5ºGIORNO BUKHARA – SHAKHRISABZ – SAMARCANDA (410 km totale + escursione)
Colazione in hotel e trasferimento a Shakhrisabz “la città verde” (270 km – 4 ore sula strada). Piccola località situata a sud di Samarcanda. Visita alle splendide rovine di questa antica e gloriosa città, con oltre duemila anni di storia. Venne costruita secondo un modello tipico dell’Alto Medio Evo con una struttura centrale simile a quelle di Samarcanda e Bukhara ed ha continuato a svilupparsi durante il IX e X secolo nonostante i continui conflitti tra le dinastie samanidi e i turchi. E’ la città natale di Tamerlano e una volta, probabilmente, la sua fama oscurava addirittura quella di Samarcanda.
6ºGIORNO SAMARCANDA (escursione)
Colazione, visita a Samarcanda – ‘fortezza di pietra’, una volta si chiamavano Sogdiana, Afrosiyab, Samaria. E’ la piu antica citta’ e terza citta’ dell’Uzbekistan per popolazione. Situata al centro delle principali rotte commerciali asiatiche Samarcanda, nel corso della sua storia lunga circa 2750 anni fu parte dell’impero persiano, successivamente su sotto influenza araba, poi timuride e uzbeke. Dal 2001 la citta’ figura nella lista dei patrimoni dell’umanita’ dell’UNESCO sotto il titolo di Samarcanda – Crocevia di culture.
7ºGIORNO SAMARCANDA – TASHKENT (escursione + 280 km)
Colazione. Trasferimento a Tashkent (280 km – 5 ore sulla strada). Arrivo a Tashkent. Gli arabi l’avevano chiamata Shoshkent che divenne poi Tashkande quindi Tashkent. Maggiore centro economico e culturale della repubblica uzbeka, è sede di cotonifici, setifici, stabilimenti meccanici, industrie chimiche e riveste un importante ruolo di nodo di comunicazioni. Trasferimento a parte nord-ovest di Tashkent, escursione la città vecchia, “eski shakhar”, si presenta come un dedalo di strette viuzze polverose su cui si affacciano case basse di mattoni e fango, moschee e antiche madrasse (accademie islamiche).
8ºGIORNO TASHKENT – ITALIA (escursione + volo)
Alla mattina presto trasferimento all’aeroporto e partenza per Italia con volo Uzbekistan Airways.

Vuotaci

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 235

No votes so far! Be the first to rate this post.