Turkmenistan

5
(127)

Cosa da vedere e visitare durante viaggio in Uzbekistan e Turkmenistan.

Le citta’ da visitare in Turkmenistan sono Ashgabad, Nisa, Konya Urgench, Darvaza, Gonur, Mary e Merv.

del Turkmenistan

Turkmenistan – precedentemente noto come l’Turkmenistan è uno degli stati turchi in Asia Centrale. Confina con l’Afghanistan a sud-est, l’Iran a sud e sud-ovest, l’Uzbekistan a est e nord-est, il Kazakistan a nord e nord-ovest e il Mar Caspio a ovest. Anche se è ricca di risorse naturali, in determinati settori, la maggior parte del paese è coperto dal deserto Karakum (sabbia nera). Il  governo turkmeno funziona come un sistema del partito unico.
Divisioni amministrative
Il Turkmenistan è diviso in cinque province o welayatlar e un distretto capitale. Le province sono suddivise in distretti, che possono essere sia contee che le città. Secondo la Costituzione del Turkmenistan (articolo 16 della Costituzione del 2008, l’articolo 47 della Costituzione 1992), alcune città possono avere lo status di welaýat (provincia) o etrap (distretto).
Clima
Si tratta di uno dei deserti più aridi del mondo, alcuni luoghi hanno una precipitazione media annua di soli 12 mm (0,47 in). La temperatura massima registrata ad Ashgabat è 48.0 ° C (118,4 ° F) e Kerki, una città dell’entroterra estrema situata sulle rive del fiume Amu Darya.
Popolazione
La maggior parte dei cittadini del Turkmenistan sono turkmeni con le minoranze etniche consistenti di uzbeki e russi. Piccole minoranze includono kazaki, tatari, ucraini, armeni, azeri.
Viaggio in Uzbekistan e Turkmenistan con tour operator locale, stagione viaggi in Uzbekistan Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre, Ottobre. Crea i tuoi viaggi in Uzbekistan con migliore tour operator locale | Tour Uzbekistan online tour operator
Viaggio in Uzbekistan e Turkmenistan:
9ºGIORNO KHIVA – KONYA URGENCH – DARVAZA (450 km totale + escursione) 
Colazione, trasferimento alla frontiera e si comincia tour in Turkmenistan. Alle 09:00 arrivo alla frontiera, prendo il visto turkmeno. Incontro la guida parlante inglese per la parte turkmena. Partenza per Kunya Urgench (Vecchia Urgench) era citta’ principale nei XII-XIII secoli. Citta’ fu stata distrutta da Gengis Khan nel 1221 e da Tamerlano nel 1370. Inizio nel XVI secolo fiume Amudarya aveva cambiato il suo corso, popolazione aveva abbondonato Konya Urgench, era diventata citta’ secondaria. Dal 2005 e’ patrimonio dell’UNESCO. Visita al Mausoleo di Nejameddin Kubra e Mausoleo del Sultano Ali. Nejameddin Kubra era famoso maestro e musulmano della Corasmia nella sua epoca. Il Complesso di Turabeg Khanum e’ cimitero principale dei famosi persone, e’ coperto dai mausolei. Il Minareto di Gutlug Timur (nel 1320) – altezza 59 metri, e’ decorato da mattoni cotti e da piastrelle turchese. Il Mausoleo del sultano Tekesh era governatore della Corasmia nel XII secolo. Mausoleo di II-Arslan e’ il piu antico monumento di Konya Urgench. Trasferimento al vilaggio di Darvaza (in AUTO 4×4) dove ci sono Crateri gassosi. Sulla strada si vede deserto Karakum (sabbie nere). Arrivo, passeggiata alla PORTA d’INFERNO (chiamano cosi’ bucco dove ci sono crateri di gaz). Alla sera arrivo a Darvaza. Cena e pernottamento nelle tende. 
10ºGIORNO DARVAZA – ASHGABAD – NISA – ASHGABAD (270 km totale + escursione) 
Colazione. Partenza per Ashgabad (270 km – 4 ore). La prima menzione scritta della città di Ashgabad risale a una tavoletta dell’epoca della popolazione dei Parti nella quale si elogiava la bontà del vino della zona. La città era un piccolo centro dell’impero dei parti la cui capitale era Nisa. Nel I secolo un terremoto la rase al suolo ma grazie al traffico dei commercianti che percorrevano la Via della Seta fu progressivamente ricostruita e divenne un centro prospero dal nome di Konjiakala. Nel XI secolo passò sotto il dominio dei selgiuchidi ma venne espugnata e rasa al suolo dai mongoli  nel XIII secolo. La regione venne poi occupata da tribù nomadi turkmene e la città perse di importanza.  
Il 5 ottobre 1948 la città venne completamente distrutta da un devastante terremoto. Vi furono oltre 110.000 morti pari a due terzi della popolazione anche se le cifre ufficiali erano di gran lunga inferiori. Per cinque anni l’accesso alla zona fu interdetto per permettere il recupero dei resti delle vittime, di rimuovere le macerie e di ricostruire la città che fu riprogettata su un reticolato di vie perpendicolari, con la Prospekt Machtumkuli che divide la città da est a ovest.
Prima visita a Nisa (chiamata Parthaunisa anche) era un’antica città, che fu capitale dell’impero dei Parti, nel territorio dell’odierno Turkmenistan. Le sue rovine si trovano 10 km a ovest della capitale turkmena Ashgabat sull’altopiano in cima ad una collina. Nisa fu fondata dai Parti come capitale del loro impero oltre 2300 anni fa. Venne rinominata “fortezza di Mitridate”. Nel corso del tempo divenne una città florida con un palazzo reale protetto da 43 torri, diversi templi e una vivace attività commerciale. Ora e’ sito archeologico “Nisa” – le rovine hanno mattoni di fango resti di fortificazioni e palazzi, templi, sala cerimonia, edificio di tesoreria.
Tempo libero, pernottamento in hotel.
11ºGIORNO ASHGABAD – ITALIA (volo)
Alla mattina presto trasferimento verso l’aeroporto e assistenza. Partenza da Ashgabad alla volta dell’Italia con il volo TURKISH AIRLINES via ISTANBUL.
Puoi leggere e caricare programma del viaggio qui.

    Vuotaci

    Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 127

    No votes so far! Be the first to rate this post.